castagna%2520matta_edited_edited.png

19 novembre - 5 dicembre

La castagna matta- 2°edizione

9 spettacoli in 9 giorni, su tre w/e che puoi vedere in teatro oppure se non puoi nel salotto di casa tua, sul tablet, sul telefonino in diretta live streaming , da solo/a o con i tuoi famigliari.

Teatro per adulti, teatro per famiglie, danza contemporanea, visual comedy. Ogni w/e dal 19 novembre al 5 dicembre Venerdì, Sabato e Domenica uno spettacolo dal vivo che potrai vedere al Teatro Trieste 34 oppure in live streaming sui canali social del Teatro.

Ripartiamo con gli spettacoli in presenza, ma non abbandoniamo l'esperimento della passata edizione, pensata per chi vuole vedere il teatro anche a distanza.

Speriamo che questa proposta ti incuriosisca, ti faccia venire voglia di Teatro, quindi passa al botteghino, entra in sala, siediti e aspetta che scenda il buio. Inizia lo spettacolo.

I Costi ?

Streaming € 5

Biglietto Adulto in teatro € 10

Biglietto ridotto danza in teatro € 8

Biglietto ridotto infanzia in teatro € 6

VENERDI'19 Novembre
ORE 21.00

Il Teatro nel Baule

All'ombra di un grosso naso

Tre attori per tanti personaggi. La storia di un amore impossibile, di una guerra, di un attore svampito e
di un uomo coraggioso.
Chi non conosce il grande Cyrano? O almeno il grande naso di Cyrano?
Cyrano grande poeta e spadaccino è innamorato della bella cugina Rossana, la quale a sua volta è
innamorata di Cristiano, un giovane bello ma un po' ignorante. Cyrano non osa svelare il suo amore
perché sa che a causa del suo grosso naso non può essere corrisposto, ma si offre di aiutare Cristiano,
incapace di dichiararsi a Rossana, nella scrittura delle più belle lettere d’amore. Ma l’arrivo improvviso di
una guerra cambia tutti i destini...
Un gioco scenico di movimento e ritmo, un susseguirsi di azioni corali, tra percussioni e voci per
raccontare la storia di uomo eccezionale, come il suo naso.
La storia di Cyrano ribalta il mondo dell’apparenza; è un inno al valore, al romanticismo, alla poesia.
Una pièce molto ironica e allo stesso tempo commovente, riscritta con un linguaggio che affascina
grandi e piccini. Una storia in cui l'amore vince e la vera bellezza è nascosta dietro l'ombra di un grosso
naso

spettacolo comico visuale

adatto ad un publico misto

web-809x600.jpg
Schermata 2021-05-01 alle 11.21.36.png

SABATO20 novembre
ORE 21.00

katalist

"decaneurone"

A partire dal Decamerone di Boccaccio, Riccardo Rombi ci trasporta nelle magiche atmosfere di mondi sconosciuti e immaginati, dal Regno di Cuccagna alla Via delle Seta, fino agli ignoti confini del mondo. Un viaggio nelle terre di Oriente dove si incontrano mercanti e prostitute, apostoli e frati, papi e viaggiatori, un crogiolo di umanità che, oggi come nel Trecento del nostro autore toscano, cerca di realizzare se stessa nella vita terrena, potendo puntare solo sulla propria intelligenza e abilità per sopravvivere.
Ad Oriente i nostri viaggiatori si imbattono nella peste: malattie e timori del presente si intrecciano con quelle del passato, alla ricerca di una via di salvezza.
“Decaneurone” è un canto, fatto di parole e suoni dalle diverse tradizioni, un grido apotropaico e propiziatorio, per liberarci anche attraverso il teatro e il racconto, dalle nostre più profonde paure.

spettacolo di narrazione e d'attore

domenica 21 novembre
ORE 16,30

p.k.d.
Filippo arcellloni


"rifiuti a manovella"

 Dove finiscono gli avanzi del pranzo e della cena, i giornali, le bottiglie di vetro, le scatolette di metallo e i contenitori di plastica?
Quanti chili di rifiuti produco io ogni anno? quanti il mio gatto? Quanto spazio occupano? Perdono la vita disperdendosi in terra e in cielo, oppure riappaiono con una nuova forma per ritornare tra noi?
“Rifiuti a Manovella” è una narrazione sul riciclaggio dei rifiuti.
Partendo dal contenuto di un bidone della spazzatura, apprendiamo che la vita dei rifiuti non finisce dove noi li abbiamo
gettati; una volta che il sacchetto dell’immondizia esce dalla casa e scompare dalla vista incomincia una nuova vita a noi sconosciuta.
“Rifiuti a Manovella” è la storia di un bidone della spazzatura, Arturo Polimero, e del suo increscioso contenuto, è la storia di un incontro in un bosco con un bambino che, commosso dal suo triste destino, decide di aiutarlo.
Arturo Polimero, il bidone, per alcuni suoi peccati di “gola” ha violato “la Regola del Riciclaggio”, la condanna che il Re degli Spazzini gli ha
inflitto è di aggirarsi nel bosco fino a quando non incontrerà il Totem del Riciclaggio, solo risolvendo i suoi indovinelli potrà ritornare alla sua vita e nella sua casa.
Affrontando diverse avventure i due protagonisti arrivano ad incontrare il Totem del Riciclaggio, rispondendo ai suoi indovinelli riusciranno a riciclare tutti i rifiuti del sacchetto per poi salutarsi a lasciarsi ad una prossima avventura.

spettacolo per famiglie

FotoDELPAPA (15).JPG
NONNETTI_COLT_P1282568.JPG

venerdì26 novembre
ORE 21.00

Coltelleria Einstein

"nonnetti"

La giornata di due Nonnetti. Una bella colazione, la ginnastica del mattino; la vita scorre con regolarità, ma piccoli eventi trasformano la quotidianità in avventure a sorpresa. Lui è veloce, lei è
lenta, lui è rumoroso, lei è silenziosa, lui fa le briciole e lei no.
Ospiti attesi e inattesi fanno irruzione in questo mondo fragile e incantatore come un carillon. La magia si interrompe e i Nonnetti si coalizzano per affrontare il vicino molesto, l’adorabile nipotino,
un improvviso malore. Finalmente arriva la sera e ci si può divertire! Spettacolo con poche parole, molta musica e movimento, con momenti di comicità e qualche venatura di malinconia.
L’idea artistica nasce dal desiderio di esprimere con l’azione, la forza delle persone anziane.
L’osservazione condivisa nella vita e nei laboratori teatrali con gli anziani, lo studio e l’osservazione delle relazioni e dei ritmi che si creano in un momento fragile e decisivo della vita, hanno stimolato la compagnia a lavorare senza l’utilizzo delle parole, cercando nel movimento la forza comunicativa. Non c’è contraddizione nel pensare al movimento dell’anziano come forza, la
lentezza, lo scatto, la potenza dell’immobilità, l’originale risposta agli eventi del quotidiano ne sono la dimostrazione.
Un equilibrio squilibrato per i protagonisti, una coppia che sceglie il divertimento e il gioco nel coalizzarsi contro il mondo esterno e nella sottile battaglia di soprusi l’uno contro l’altro. La condizione di anzianità aggiunge però la libertà di espressione, la sicurezza del “se non ora quando” 
e i due, come discoli infanti, ben consapevoli, si trovano ad inventare scherzi contro il mondo che amano.
La comicità è ricercata nell’invenzione che ciascun protagonista usa per stupire l’altro, il gioco per divertirsi alle spalle dell’altro o contro chi disturba il delicato equilibrio interno.
La sfida della ricerca è mantenere il sottile filo teso e coerente tra azione e invenzione

spettacolo comico per pubblico di tutte le eta'

Sabato 27 novembre
ORE 21.00

balletto di siena

"cor_habeo"

Protagonista di questa produzione è il coraggio: quella vocina che rimbomba in tutta l'anima ed esorta ad andare avanti, a fare di più, ad agire senza indugi. Il coraggio, quella forza d'animo connaturata
che rende accettabili i propri desideri, i propri sogni, le proprie paure, le proprie incertezze, il proprio Io. Il coraggio di fare una scelta e rinunciare a tutto pur di renderla reale e concreta. Il coraggio di vivere secondo i propri ideali, i propri brividi, la propria magia, la propria adrenalina: semplicemente vivere con il cuore libero, senza avere paura di inseguire i propri sogni e andar fieri delle proprie scelte. Il coraggio di vivere ogni esperienza con emozione e coinvolgimento. Perchè in fondo la vita è questa, no?! Tutto cambia e tutto muta, ma non gli attimi vissuti con passione, non l'emozione suscitata da quella determinata esperienza.
Quindi.. vivi, viviamo!
Bisogna vivere con la consapevolezza che si può avere successo ma anche fallire, che c’è sempre un continuo alternarsi di coraggio e paura. Qualsiasi cosa succede è fondamentale avere la volontà e la forza di ricominciare, ancora e ancora, sempre.
Attraverso un connubio di forza e delicatezza, di fluidità e staticità, di esuberanza ed introversione, 5 corpi e 5 anime si uniscono e danno vita a questo continuo alternarsi tra coraggio e paura, guerra e pace, a questo continuo Yin&Yang che è la vita.

 

spettacolo danza contemporanea

Manifesto_CorHabeo_page-0001.jpg
558600_263835433705518_100002371908113_601635_1046806012_n.jpg

domenica 28 novembre
ORE 16,300

P.K.D.
arcelloni filippo


"la scuola dei lupi cattivi"

“La storia che raccontiamo oggi è quella di un piccolo cucciolo di lupo, trovato in un bosco, freddo, d'inverno. Per crescere e diventare un grande lupo dovrà affrontare tante difficili.....”

 Così inizia La Scuola dei Lupi Cattivi, uno spettacolo delicato, ironico e commuovente con un finale a sopresa.  Un attore in scena che racconta la storia diventando di volta in volta, padre, madre, cucciolo, compagno di banco, insegnante. Un cucciolo di lupo viene trovato nel bosco, il bosco d'inverno........freddo..... nevoso e ghiacciato. Salvato dalla possibile morte cresce nella sua nuova famiglia un papà lupo forte e orgoglioso e una mamma lupo dolce e delicata.

Ma crescendo................il lupo non si dimostra proprio un vero LUPO, cattivo, feroce......anzi a dire il vero è un lupo dolce, delicato e.... un poco fifone. Il padre disperato decide che il cucciolone deve crescere e diventare degno del suo nome e quindi deve andare a scuola, una “Scuola per Lupi Cattivi”. Una scuola strana, dove non si studia la matematica, la geografia, l'italiano ma.…............ma alla fine dopo aver superato tante prove e tante lezioni si scoprirà che...............Un finale imprevedibile, strano, sorprendente ma capace di far riflettere e pensare.

spettacolo per famiglie

VENERDI'3 dicembre
ORE 21.00

can bagnato

"opera minima"

Un'elegante signora si annoia nella sua camera e, mentre il suo colf pulisce e ripulisce il mobilio, lei sogna di diventare una grande diva d'opera.
Ma vivere nel mondo dei sogni ha i suoi rischi: l'immaginazione potrebbe diventare talmente reale da sfuggirci di mano.
Ecco quindi che tutto si trasforma: la signora, il suo colf, l'intero mobilio e persino il pubblico!
Uno spettacolo di clown musicale, teatro fisico e visuale, che gioca con i clichè dell'opera lirica toccando la delicatezza e la comicità dei desideri umani.

 

spettacolo comico per adulti e famiglie

Opera Minima Hq - 06.JPG
Locandina Mixed Bill Piacenza_page-0001.jpg

sabato4 dicembre
ORE 21.00

vivo center
giulia mancini


"mixed bill"

RESILIENZA

Ognuno di noi è assoggettato all’inesorabile scorrere della vita, ed è su questo concetto che si basa Resilienza.  Fattore determinante per l’esistenza umana, la resilienza ci costringe  a prendere la vita di petto e guardare sempre avanti.  I vissuti di tre giovani danzatori  vengono  portati ad  un punto di incontro, pur viaggiando su binari diversi.   Le difficoltà messe a nudo vengono condivise, ponendo ogni singolo danzatore nella situazione di farsi carico delle esperienze altrui, andando ad attivare una rete di supporto reciproco. Scegliere di andare avanti, comportarsi in modo cosciente di fronte alle problematiche dell’esistenza, cambiare il proprio essere in modo da non cadere nel baratro; questa è  RESILIENZA.

DISCLOSING

"Cercando di sembrare ciò che non siamo, cessiamo di essere quello che siamo.” 

Un viaggio nello svelamento del se, per ciò che di più diverso possa voler dire svelarsi agli altri, ma soprattutto a noi stessi.

spettacolo DANZA CONTEMPORANEA

DOMENICA 5 dicembre
ORE 16,30

NATA

"TIPPI & TOPPI"

Due paesi vicini, in cui si parlano lingue diverse, fanno da sfondo a una storia semplice e delicata, incentrata sull’amicizia e sul rispetto delle diversità.
Once upon a time, c’era una volta Tippi e Toppi, due bambini che abitano rispettivamente a Bibbi e a Poppi (due paesi immaginari ispirati al territorio casentinese): il primo parla esclusivamente in inglese e il secondo in italiano, ma, quasi per magia, si capiscono alla perfezione.
Gli abitanti delle due cittadine non approvano la loro amicizia, guardandosi con diffidenza, tanto da iniziare una guerra all’ultimo stendardo! Come in epoca medievale, le due fazioni inizieranno così a costruire due
torri altissime, una folle gara che coinvolge tutti e che sconvolge le vite dei due piccoli protagonisti.
Riusciranno Tippi e Toppi a restare uniti nonostante le avversità? E soprattutto, saranno in grado di far capire ai propri concittadini che a volte sono proprio le differenze a fare la differenza?
La compagnia NATA, prendendo spunto dall’omonimo libro scritto da Hugh Cushing, illustratore inglese residente in Casentino, lancia una scommessa per il mondo del teatro ragazzi e della didattica per l’infanzia, confezionando uno spettacolo nel quale l’uso dell’inglese e l’italiano, possa rappresentare un piccolo ripasso per chi sta imparando proprio sui banchi di scuola questa lingua sempre più presente nella vita quotidiana.
Inoltre, il libro illustrato, in inglese con traduzione letterale a fronte, fornirà spunti di riflessione e materiale didattico a chi voglia approfondire le tematiche e le locuzioni verbali utilizzate nella rappresentazione

 

spettacolo PER BAMBINI
E FAMIGLIE

Scena completa.jpg